sabato 8 giugno 2013

Naturavventura 13: campo estivo nel parco dell'ANPIL


Riparte il progetto Naturavventura13, promosso dalla regione Toscana, dalla Provincia di Firenze e dal comune di Montaione. Il progetto, giunto alla sua nona edizione, ha lo scopo di far vivere e conoscere le aree protette del territorio toscano. Due settimane (dal 15 al 21 giugno e dal 21 al 28 giugno) di campo estivo residenziale con sei notti in tenda e rifugio ed è rivolto ai ragazzi dagli 8 ai 13 anni. E' richiesto un contributo alle famiglie di 130 euro per vitto, alloggio, spostamenti durante la settimana e guide ambientali.
Questo è il programma dettagliato:
1° Giorno
Ritrovo presso l’ex Scuola di Montaione nei pressi di San Vivaldo intorno alle 9.00. Conoscenza del gruppo attraverso una serie di giochi e attività preposte allo scopo. In questo contesto verrà presentato ai discenti il progetto Naturavventura13 con la lettura del programma settimanale.
2° Giorno
Dedicato alla visita dell’ANPIL “Alta valle del torrente Carfalo” sito a poca distanza dalla ex scuola di San Vivaldo. 
3° Giorno
Il terzo giorno sarà destinato alla scoperta dell’incredibile panorama delle colline montaionesi.Visita nel Parco Benestare dalla Pietrina fino a Iano percorrendo i sentieri di queste bellissime colline. E la sera, prima di dormire, una bella passeggiata in notturna allo scoperta di un bosco diverso.
4° Giorno
Con il bus messo a disposizione dal comune di Montaione, partenza per il SIC delle Cerbaie dove ci dedicheremo per l’intero pomeriggio all’allestimento delle tende nel grande prato del Campo del Macchione.
5° Giorno
La giornata della geologia. Selci, marmi e diaspri saranno oggetto della lezione/azione in situ e relativa ricerca delle rocce.
6° Giorno
Giornata delle fauna e della flora. Le ancestrali paure svaniscono di fronte alla conoscenza. Durante il cammino lungo i sentieri intorno al Macchione i ragazzi saranno coinvolti in attività di scoperta "inconsapevole" di elementi di botanica, di zoologia, di ecologia e geologia. Una peculiarità metodologica nel presentare i contenuti didattici ai ragazzi, cui si farà ricorso per tutta la durata dei campi, starà nello stimolare in loro la curiosità su quanto li circonda, nel far scoprire quanto siano importanti i cinque sensi per una conoscenza completa dell'intorno,
puntando sul divertimento e la piacevolezza che un pieno contatto con la natura può dare. Con tale strategia i ragazzi diventeranno esploratori dei luoghi, attori nel processo di apprendimento.
7° Giorno
Durante l’ultimo giorno di attività i ragazzi saranno impegnati in una coinvolgente caccia al tesoro. Abilità, intelligenza, intuito, lavoro di squadra, una buona conoscenza dei luoghi e memoria di quanto vissuto e appreso nel corso dell'intero campo si riveleranno essenziali per la ricerca degli indizi. Per info: info@ecocerbaie.it,  ecocerbaie.it
Guarda la video intervista nel Parco dell'ANPIL a Luca Belcari Assessore all’Ambiente del comune di Montaione:


1 commento:

  1. Che parco meraviglioso!!!
    Un vero tesoro a cielo aperto!!

    RispondiElimina